Badelj-Puscas errori che gridano vendetta. E il Genoa lascia la vetta

Badelj-Puscas errori che gridano vendetta. E il Genoa lascia la vetta

Genoa Brescia 1-1, le rondinelle la riacciuffano nel finale

Per raccontare la partita del Ferraris bisogna iniziare dal 77esimo minuto, quando Badelj si fa espellere e lascia i suoi in dieci contro undici. Un’ingenuità colossale. Fino a quel momento il Genoa aveva dominato e controllato la partita, senza però riuscire a chiudere i conti aperti da Jagiello nel primo tempo.

Dopo il rosso al croato, infatti, le rondinelle trovano slancio e il coraggio necessario per accerchiare il Genoa. Il primo avvertimento arriva dall’ex Bianchi, che insacca in scivolata il traversone di Cistana. Tutto fermo però, perché al guardalinee non sfugge la posizione di fuorigioco del difensore ospite.

Blessin tira un sospiro di sollievo ma i pericoli sono dietro l’angolo e dopo un tentativo a vuoto di Ayè, ci pensa Semper a compiere il miracolo sul gran sinistro di Huard. Sembra fatta, ormai, per la vittoria del Genoa. Ma il Brescia non muore mai e a pochi minuti dallo scadere trova la via del gol con Cistana, che spinge in rete una palla vagante.

Genoa Brescia, Puscas fallisce il possibile 2-1 allo scadere

E’ la beffa più crudele per il Grifone che, come se non bastasse, poco dopo sbaglia con Puscas, a porta quasi sguarnita, dalla distanza ravvicinata. E allora viene vanificato un buon primo tempo, gestito e dominato dai rossoblu dal punto di vista del ritmo.

Viene annullata quella superiorità che faceva assaporare per un’altra settimana la vetta della classifica di Serie B. Merito anche del Brescia che è rimasto sempre in partita e che alla fine ha rovinato la festa di un Genoa troppo lezioso.

Un atteggiamento che è costato caro. Se il recupero fosse stato più lungo, forse, le cose sarebbero andate diversamente. Ma questo, paradossalmente, fa ancora più male. Il Genoa poteva e doveva chiuderla prima.

IL TABELLINO

GENOA (4-2-3-1): Semper; Hefti (56′ Czyborra), Bani, Dragusin, Sabelli; Frendrup, Badelj; Yalcin (66′ Puscas), Aramu (79′ Gudmunsson), Jagiello (79′ Tourè); Coda. All. Blessin
BRESCIA (4-3-2-1): Lezzerini; Karacic, Cistana, Adorni, Huard; Bisoli, Van de Looi, Ndoj (78’Labojko); Olzer, Bianchi (86′ Niemeijer); Ayé. All. Clotet

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.