Crea sito

Ballardini: “Il mio Genoa sta bene, siamo pronti”

Ultima gara del girone d’andata. Il Genoa riceve il Cagliari in quella che potrebbe davvero essere una gara della svolta. Davide Ballardini, dopo l’ottimo punto conquistato a Bergamo, è pronto per l’ennesima sfida importante della sua gestione.
“Credo che la squadra stia bene. Si è allenata bene quindi la sensazione che abbiamo è che tutti i ragazzi stiano bene. E’ un campionato difficile e strano. Le squadre sono tutte molto competitive e molto ben preparate e assemblate. Il campionato ti impone di esserci sempre con tutto quello che hai, perché se vieni meno in qualche aspetto questo campionato te lo fa subito notare e diventi inadeguato”.
Dopo due gare di fila senza subire reti, il Genoa proverà domani ad allungare la serie…
“Non è così facile e neppure scontato. Chiaro che c’è una squadra che vuole fare bene ed esserci, che è coinvolta nelle due fasi di gioco. Questo ci da delle buone sensazioni ma come ho detto non puoi pensare di aver raggiunto un equilibrio . Perché l’equilibrio te lo devi conquistare minuto per minuto, secondo per secondo”.

Il Cagliari, dopo una serie di sconfitte consecutive, è andato in ritiro per provare a ritrovarsi. I sardi sono in crisi di risultati e con la classifica sempre più a rischio. Non vincono da undici gare consecutive in Serie A. Ultimo successo il 2-0 contro la Sampdoria a inizio novembre. I tifosi novembre nonostante una rosa competitiva. “È la conferma di quanto detto prima, hanno fatto delle buone partite magari non meritando hanno perso. Penso a Firenze dove il Cagliari ha avuto più occasioni della Fiorentina e questo conferma che loro sono veramente molto seri e decisi nel cambiare questo loro ultimo periodo di risultati non buoni“.
E poi una battuta sullo stadio stadio Ferraris che ha compiuto 110 anni…
Ogni volta c’è tanta tanta emozione, quando entri nel corridoio e poi in campo. Oltre alla tanta, tanta emozione senti anche tanta responsabilità ogni volta che ci metti piede”.

I CONVOCATI
Badelj, Bani, Behrami, Criscito, Czyborra, Destro, Ghiglione, Goldaniga, Marchetti, Masiello, Melegoni, Onguènè, Paleari, Pandev, Perin, Pjaca, Radovanovic, Rovella, Scamacca, Shomurodov, Strootman, Zajc, Zappacosta.