Ballardini-Preziosi, convincersi a vicenda. Simy infiamma già il mercato

Ballardini-Preziosi, convincersi a vicenda. Simy infiamma già il mercato


Ora possiamo anche dirlo: Ballardini e Preziosi dovranno convincersi a vicenda. A salvezza quasi acquisita si comincia a parlare timidamente di futuro. Verosimilmente, allenatore e presidente, non lo faranno prima del termine della stagione o nel migliori dei casi non prima della matematica salvezza del Genoa. Il rinnovo automatico in caso di permanenza in Serie A è una pura formalità contrattuale. Nel senso che non vi è certezza di prosecuzione del rapporto, anche se alla fine le parti potrebbero andare avanti insieme davvero. Un primo segnale in questa direzione lo ha dato Marroccu, il prossimo passo dovranno farlo Preziosi e Ballardini. Non sono causali le parole “convincersi a vicenda” del titolo. Perché questa volta anche il mister pretenderà chiarezza, nei limiti del possibile. Chiarezza sui programmi, sinergia nella costruzione della nuova squadra che potrebbe essere profondamente rifondata. Ci sono tanti nodi da sciogliere, a cominciare dai prestiti. Insomma Ballardini non vuole ripetere gli errori del passato e correre il rischio di ricominciare una nuova stagione senza unità di intenti.

Ballardini, il gioco e le aspettative del presidente Preziosi

Le percentuali di una conferma sono obiettivamente buone. Ma per evitare sorprese dell’ultimo minuto il Genoa dovrà chiudere la stagione nel migliore dei modi. Magari migliorando il gioco. Il cruccio del presidente è proprio quello. E non a caso, nei primi momenti di difficoltà, gli umori ai vertici non erano dei migliori. Specialmente nelle ultime partite. Ci può stare tutto, anche se in fin dei conti dovrebbero contare solo i risultati. Quelli che Ballardini ha fatto inconfutabilmente, praticando il miglior calcio possibile con una squadra che al suo arrivo era sul fondo classifica. Chiaro che partendo dall’inizio le aspettative sarebbero diverse da parte di tutti.

Intanto un piccolo spiffero dai corridoi di mercato. Coi suoi diciannove gol e il podio marcatori condiviso con Cristiano Ronaldo (25) e Lukaku (21), Simy ha catalizzato ulteriori attenzioni. Non solo quelle del Genoa, che potrebbe persino battere in ritirata se come sembra il prezzo del cartellino dovesse lievitare esageratamente. Di certo Simy non giocherà nel Crotone la prossima stagione.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia. Attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. E' co-fondatore di Very Social, brand di servizi specializzato in Social Media Marketing.