Blessin e il Genoa, contro l’ultima della coda non possono sbagliare. Gap da 45mln col Perugia

Blessin e il Genoa, contro l’ultima della coda non possono sbagliare. Gap da 45mln col Perugia

Genoa verso Perugia, al Curi sarà battaglia

Quando il Genoa affronta la classica sfavorita del campionato una cosa è certa: sarà tutt’altro che una passeggiata nel bosco.

E allora è bene mettere le mani avanti in vista della partita di domenica al Curi e ricordare una cosa al mister e ai ragazzi: il Perugia venderà a carissimo prezzo la propria pelle.

Contro il Genoa, d’altronde, sono tutti chiamati a fare la partita della vita e questo rende il cammino rossoblu un tantino più complicato del previsto.

Ad ogni modo al Curi ci sarà una solo risultato utile per il Genoa, ammesso e non concesso che l’obiettivo sia sempre quello di centrare la A al primo colpo, agganciando la promozione diretta.

Il margine d’errore è ormai ridottissimo e le scuse stanno a zero, dato che tecnico e squadra hanno avuto tutto il tempo di preparare al meglio la partita.

Senza contare poi che in campo ci sarà una disparità di circa 45 milioni di euro nel valore delle due rose: 60 milioni il Genoa, 15 milioni il Perugia.

Distanze che in campo solitamente non sono così nette e lo saranno ancora meno in una sfida che rappresenta una sorta di “ultima spiaggia” per i padroni di casa.

La cornice di pubblico è garantita, con seimila spettatori certi di cui duemila genoani.

Castori ‘bestia nera’ del Genoa, Blessin non può sbagliare

Attenzione poi alla tradizione negativa del Grifone contro le squadre di Castori. Il mister dei biancorossi, nei sette precedenti col Genoa vanta 2 pareggi, 1 ko e 4 successi.

Per quanto riguarda invece i precedenti con gli umbri al Curi, l’ultimo risale al 2004, l’anno in cui il Genoa di Cosmi agguantò sul campo la Serie A, salvo poi retrocedere per l’illecito col Venezia.

Contro il Perugia, dicevamo, finì 2-2: gol di Milito e Tedesco per il Genoa, Fusani e Mascara per il Perugia. 

Adesso è tutta un’altra storia e dopo il brusco rallentamento in campionato, il Genoa deve cambiare passo. Blessin è stato confermato ma anche lui sa benissimo che per consolidare la panchina deve tornare a vincere e, possibilmente, convincere.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.