Crea sito

Capozucca svela la fine della Serie A: “Scudetto e retrocessioni, vi dico che…”

Capozucca svela la fine della Serie A: “Scudetto e retrocessioni, vi dico che…”

Il Genoa sanifica Pegli in vista di un’eventuale ripresa, ma l’ex ds Capozucca gela tutti: campionato ai titoli di coda?

Per Stefano Capozucca la Serie A rischia concretamente di tirare giù la saracinesca. Secondo quanto appreso dall’ex direttore sportivo del Genoa si va verso uno stop definitivo del campionato. Troppa confusione e parti ancora distanti nei fatti per trovare una linea di intesa. “Anche dal Governo non si capisce quale sia la volontà”, racconta Stefano Capozucca in un’intervista a TMW. Riflessioni anche sul protocollo della ripresa, difficilmente attuabile per l’ex direttore sportivo rossoblu. “Penso non sarà facile da attuare per la Serie A, in B lo potranno fare in pochi e in C assolutamente non se ne parla”. Il campionato dunque sembra giunto ai titoli di coda, soprattutto se le voci raccolte da Capozucca fossero confermate: “La volontà di concludere c’è ma è chiaro l’anomalia dello stop ha falsato tutto. Ora le previsioni non sono rosee. Sul calcio è piombato uno tsunami e non so come si ricomincerà. Le big rimarranno tali ma le squadre piccole saranno ancora più piccole”.

Capozucca: “Due retrocessioni dalla A alla B, Scudetto non assegnato”

Una previsione secca da parte di Capozucca, a cui inevitabilmente scappa un possibile scenario: “Per alcune fonti che sento lo Scudetto non verrà assegnato, in Champions League andranno le prime quattro, oltre a tre squadre in Europa League. Per le retrocessioni solo due, con due promozioni dalla Serie B”. Un’ipotesi che sancirebbe la salvezza del Genoa, ma che scatenerebbe legittimamente corsi e ricorsi. Difficile trovare un equilibrio in un contesto così complesso, certo è che dal Ministro dello Sport Spadafora non arrivano segnali incoraggianti. In uno dei suoi ultimi interventi alla stampa ha parlato di sentiero sempre più stretto per la Serie A, con il prosieguo sempre più incerto. “La ripresa della stagione onestamente pare un sentiero sempre più stretto, la ripresa degli allenamenti, che auspichiamo, non significa la ripresa del campionato”. Il Ministro, quindi, consiglia ai presidenti di guardare alla prossima stagione, invitandoli ad elaborare un piano B: “Occorre prendere in considerazione un’alternativa, perché le soluzioni possono essere numerose”.

 

 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Web Writer e Social Media Manager libero professionista. Collabora o ha collaborato con IlGiornale.it, RTL102.5, IlSussidiario.net, Blasting News Italia. Creator of lavocerossoblu.com.