Ciao Sheva, il Genoa sente Rudi Garcia ma in pole c’è Bruno Labbadia

Ciao Sheva, il Genoa sente Rudi Garcia ma in pole c’è Bruno Labbadia

La sconfitta di domenica scorsa contro lo Spezia rappresenta il capolinea di Shevchenko. Come anticipato già nelle scorse ore, l’addio tra l’ucraino e il Genoa è ormai inevitabile. Sarebbe sorprendente il contrario, anche se la nuova proprietà americana ha già abituato tifosi e stampa a scelte inattese.

E anche questa volta a stupire potrebbe essere il nome del nuovo allenatore. Non si ripiegherà, infatti, su uno dei tecnici a libro paga (Ballardini e Maran) ma si percorrerà con ogni probabilità un’altra strada.

E pazienza se non dovesse arrivare a stretto giro una risoluzione con Shevchenko, legato al Genoa fino al 2024 e con un contratto pesante da due milioni di euro a stagione. Anche perché ormai la scelta è stata presa.

Contatti con Garcia, ma Bruno Labbadia è in pole position

Arrivano conferme su Rudi Garcia, una pista che ha preso consistenza strada facendo. L’ex allenatore della Roma sarebbe stato proposto ai rossoblu da un contatto molto vicino a Spors, il quale però ha già pre-allertato Bruno Labbadia mettendo sul piatto un contratto di un anno e mezzo.

L’ex allenatore dell’Herta Berlino resta a tutti gli effetti il candidato numero uno per subentrare a Shevchenko. Secondo quanto riferisce La Repubblica non ci sono dubbi: sarà lui a guidare la squadra lunedì a Firenze.

Non resta dunque che attendere la fine di questa giornata di Coppa Italia per capire chi sarà il prossimo allenatore del Genoa. Per Spors, Bruno Labbadia è il profilo più coerente da mettere al centro del progetto tecnico rossoblu.

Ma anche la persona più adatta per rivitalizzare uno spogliatoio affranto e per affrontare con coraggio il girone di ritorno. In carriera, infatti, si è già salvato due volte, vincendo gli spareggi alla guida dell’Amburgo e poi del Wolfsburg in Bundesliga.

Spors spera che possa ripetersi al Genoa, avvalendosi anche degli acquisti che ha portato con grande convinzione in rossoblu.

Dopo Hefti, Ostigard e Yeboah, è arrivato in città il terzino diciannovenne della Roma, Calafiori. A lui si aggiungerà a breve il centrocampista offensivo Nadiem Amiri, di proprietà del Bayer Leverkusen, con 18 presenze e due gol questa stagione. Nelle prossime ore effettuerà le visite mediche e salvo sorprese firmerà con il Genoa. 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.