Coda, nuove voci di cessione, ma prima serve un’alternativa all’altezza

Coda, nuove voci di cessione, ma prima serve un’alternativa all’altezza

Non si placano le voci di cessione su Massimo Coda, ora nel mirino del Benevento 

La posizione di Massimo Coda è destinata a restare in bilico fino alla fine di questo mercato. Questo perché, indipendentemente dalle smentite, sembra esserci un certo interesse intorno all’attaccante del Genoa.

Interesse che si traduce in richieste di informazioni, opportunità che possono intrigare tutte le parti in causa. E non a caso le voci si sono assolutamente intensificate in queste ultime ore, con il sondaggio del Benevento che si aggiunge prepotentemente alle squadre interessate all’attaccante.

Il Genoa non vuole mandare a rotoli l’investimento fatto e per liberarsi del giocatore, col rischio magari di rafforzare una concorrente (su Coda non c’è solo il Benevento), non farà sconti.

La palla passa intanto ai giallorossi, consapevoli di dover avvicinarsi almeno agli 1,5 milioni di euro e accollarsi l’ingaggio pesante del centravanti. Cosa accadrà non è dato sapersi, ma di certo la situazione non è statica.

E’ chiaro che, in caso di cessione, il Genoa dovrà trovare un sostituto adeguato e qui si apre un capitolo non semplicissimo. Sempre in uscita, si lavora ad una soluzione per Yeboah, su cui sembra esserci un interesse da parte del Verona.

Per quanto riguarda la guida tecnica, conferma arrivata senza sorprese a Gilardino. Ci saranno novità migliorative per il ‘violino’, ovvero un upgrade contrattuale, ora che è saldamente alla guida della prima squadra. 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.