Derby: Juric via solo in un caso

Derby: Juric via solo in un caso

Un pareggio potrebbe bastare a Ivan Juric per evitare l’esonero, salvando la panchina almeno per un’altra settimana.

Ivan Juric si gioca la panchina nel derby

di Jacopo D’Antuono – Ivan Juric prova a ripartire dopo un ciclo terribile che ha provocato un terremoto sotto la sua panchina. Dopo il Napoli l’allenatore del Genoa ha evitato l’esonero di un soffio, grazie anche al sì di Davide Nicola all’Udinese che ha preso in contropiede il presidente Preziosi.

Preziosi ha confermato Juric per mancanze di alternative

L’imprenditore avellinese aveva infatti pensato all’ex tecnico di Livorno e Crotone per sostituire il croato, l’Udinese però è stata più decisa e ha concretizzato in modo fulmineo l’intesa col classe 73. Così il Genoa è rimasto a bocca asciutta, arrivando persino a colloquiare con Igor Tudor, ex difensore della Juventus e traghettatore dell’Udinese nella scorsa stagione, senza andare fino in fondo. Preziosi dopo la sconfitta col Napoli ha riflettuto per tre giorni, concedendo al Pirata un’ultima chance nel derby. Vincerlo gli garantirebbe chiaramente la permanenza in panchina, ma anche maggiore credito e serenità per il futuro. Pareggiarlo significherebbe prolungare il verdetto sul suo destino alla settimana successiva, quando il Genoa farà visita al Torino.

Il piano B di Preziosi è un rebus: Ballardini vs Tudor?

In queste due settimane Preziosi non ha perso tempo, spera ovviamente di non dover mettere a libro paga un altro tecnico. Anche perchè le soluzioni alternative non lo convincono a pieno. Lamouchi e John Van’t Schip sembrano rappresentare più due idee per il futuro, anche se il secondo si sarebbe già reso disponibile attraverso un’intervista pubblica rilasciata a La Repubblica Genova. Prandelli incarna il profilo più esperto e navigato, ma la sensazione è che ormai sia un nome più gettonato in ambito mediato che altro. L’ex CT della Nazionale era stato avvistato a Genova in occasione di Genoa-Bologna, quando in panchina sedeva ancora Ballardini. Un’idea che evidentemente Preziosi aveva preso in considerazione, ma che per un motivo o l’altro non è mai sbocciata. Non sono sbocciate nemmeno le soluzioni Donadoni e Guidolin, anche e soprattutto per costi che il Genoa ritiene eccessivi.

Certo è che se la situazione dovesse complicarsi, la società non potrà permettersi azzardi. Forse anche per questo motivo sui giornali non si esclude un possibile ritorno di Ballardini, ancora sotto contratto ed una garanzia di risultati. Sarebbe una soluzione logica per certi versi, con Preziosi che smentirebbe se stesso per l’ennesima volta. Guardando i fatti concreti, però, va detto che il nome di Tudor è stato effettivamente il più vicino alla panchina del Genoa dopo il ko col Napoli. E dopo la Sampdoria, in caso di sconfitta, potrebbe tornare prepotentemente di moda. Colpi di scena permettendo o una vittoria contro i cugini che i tifosi vogliono ad ogni costo…

 

++ NON PERDERTI GLI SCONTI (- 15%) DEL BLACK FRIDAY  ++

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia. Attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. E' co-fondatore di Very Social, brand di servizi specializzato in Social Media Marketing.