Genoa a 777 Partners, ci siamo: ecco perché hanno scelto il club di Preziosi

Stavolta dovremmo esserci davvero. Il Genoa è ormai ad un passo dal cambio di proprietà. Le parti avrebbero raggiunto un’intesa totale più velocemente di quanto ci si potesse aspettare e immaginare. Nelle ultime ore, infatti, sono molteplici le conferme sulla cessione del club più antico di Italia al fondo statunitense.

Spuntano anche le presunte date degli annunci ufficiali, ma soprattutto le tempistiche per il primo acconto che 777 Partners verserà per l’acquisto del Genoa. Confermato quanto scriviamo da giorni, ovvero la permanenza di Enrico Preziosi nell’organigramma societario.

Genoa a 777 Partners, tutto e subito? Il fondo vorrebbe il 100% delle quote

In linea di massima abbiamo motivo di pensare che l’attuale patron possa restare qualche mese, ma va detto che ci sono voci discordanti in merito e alcuni addetti ai lavori parlano di un coinvolgimento pluriennale. In ogni caso la cessione del club dovrebbe essere totale. Si va in quella direzione perlomeno.

E questo è ciò che ha spinto 777 Partners a guardare con estremo interesse il Genoa. Il presidente Preziosi, in realtà, aveva aperto ad ogni possibile scenario quando ha conosciuto il rappresentante del fondo Andres Blazquez. Ma gli americani sembrano intenzionati ad entrare nel mondo del calcio in modo più massiccio, dopo aver assaporato le potenzialità del settore sport con l’acquisto del 6% delle quote del Siviglia.

Si dice che 777 Partrners, con il passare del tempo, avrebbe voluto accrescere la sua partecipazione, ma ad impedirglielo la resistenza di alcuni componenti della società spagnola. Discorso diverso, invece, con il Genoa di Preziosi che, tra le altre cose, rappresenterebbe solo uno dei tanti investimenti importanti del fondo.

La permanenza del presidente, invece, servirebbe per creare le condizioni necessarie per introdurre gradualmente la nuova proprietà alla guida del club. Tutti discorsi che verranno chiariti strada facendo, anche se le parti sembrano avere le idee chiarissime. Sui fondi di investimento regna ancora grande perplessità da parte degli appassionati, ma nel caso del Genoa la voglia di voltare pagina è davvero forte.

777 Partners tiene quindi in grande considerazione le capacità imprenditoriali e soprattutto l’esperienza calcistica di Preziosi, tanto che l’idea è quella di unire la capacità di investimento del fondo alle competenze del patron. Con conseguenti e potenziali ricadute positive sulle ambizioni del club e sulla sua immagine.

Insomma l’investimento sul Genoa appare più che suggestivo e intrigante per il fondo statunitense, ormai deciso ad andare fino in fondo. Soprattutto se si dovessero rispolverare alcuni progetti importanti, tra i quali la costruzione di un nuovo centro sportivo.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia. Attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. E' co-fondatore di Very Social, brand di servizi specializzato in Social Media Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.