Genoa, toccare poco (e bene) un giocattolo perfetto. Ripartire da chi dà garanzie e può crescere ancora

Genoa, toccare poco (e bene) un giocattolo perfetto. Ripartire da chi dà garanzie e può crescere ancora

Il Genoa vuole provare a rinforzarsi in vista della prossima stagione e, per farlo, dovrà per forza di cose rinunciare ad uno dei suoi “top player. D’altronde non ci sono molte altre soluzioni, a meno che non si decida di restare così e muoversi solo con prestiti e ritorni.

Uno scenario altamente improbabile, considerando che il Genoa vuole legittimamente raccogliere i frutti dei suoi investimenti, fare cassa e reinvestire parte del ricavato per colmare le lacune.

Un obiettivo difficile ma stimolante, come diciamo da giorni. Ad ogni modo, questa non è affatto una missione impossibile, a patto che si scelgano i giocatori giusti e che quel famoso ‘DNA Genoa’ resti ben radicato nella mentalità della squadra.

Un compito che, ovviamente, spetta a mister Gilardino, rassegnato all’idea di perdere un tassello importante ma anche curioso di vedere chi gli metterà a disposizione lo scout rossoblu.

I margini di manovra sono limitati e molto dipenderà da quanto il club potrà investire sul mercato e chi dovrà essere rimpiazzato. Mentre Frendrup sembra destinato a restare, i maggiori indiziati per una cessione sono Gudmundsson e Martinez.


Situazione Gudmundsson e Martinez, chi verrà ceduto?

Il primo è un punto di domanda fintanto che non risolverà le questioni giudiziarie, il secondo potrebbe essere allo stesso modo sacrificabile, considerando il valore di mercato raggiunto. In molti storcono il naso all’idea, paventata qualche giorno fa da siti e giornali, di rivedere Perin in rossoblu, ma nel caso di una cessione di Martinez sarebbe sicuramente tra i più affidabili e abbordabilissimo. Dal punto di vista finanziario, un’operazione perfetta per colmare il gap nel breve termine e fare cassa.

Detto questo, sarà importante, se non fondamentale, toccare il meno possibile un giocattolo che ha funzionato benissimo. In questo senso, sono ottime le intenzioni di confermare Vitinha e Spence.

Con il Marsiglia ci sono già stati dei contatti, ma non siamo ancora ai dettagli e bisognerà aspettare. Lo stesso vale per il Tottenham, che ha tutto da guadagnare da un eventuale rinnovo del prestito di Spence, dato che il laterale può crescere ancora moltissimo in Serie A ed essere valorizzato.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Genoano dal 1990. Scrive e collabora con alcune delle più importanti testate giornalistiche italiane, tv e radio. Alla guida de lavocerossoblu.com dal 2018. Cinico e disilluso, eppure sogna ancora la stella.