Il Genoa non è più in vendita?

Il Genoa non è più in vendita?

Cessione Genoa, il club è ancora in vendita? Nella foto Donatelli e Preziosi (genoa cfc)

Il Genoa guarda al futuro e rilancia promesse ever green per ricucire lo strappo insanabile con la tifoseria. Centro sportivo a Cogoleto, rifacimento della struttura di Pegli, restyling Ferraris e nuove importanti ambizioni di classifica. Il direttore generale Perinetti vede il bicchiere mezzo pieno in vista della prossima stagione con l’entusiasmo di chi è convinto di poter aprire un ciclo ricco di soddisfazioni.

Il Genoa è ancora in vendita?

Un atteggiamento che va in contrasto con le intenzioni ufficiali della proprietà, che da alcune stagioni sostiene di voler cedere il club. Eppure i tifosi coi quali si voleva ricucire il rapporto non sono al corrente di alcuna iniziativa messa in atto dal presidente Preziosi per trovare un acquirente. Non si conosce il nome dell’Advisor incaricato, che si era ipotizzato potesse essere Deloitte. Aleggia il mistero sui candidati che hanno manifestato interesse per acquisire il club nel corso di questi ultimi mesi, mentre la trattativa con il gruppo di Gallazzi è desolatamente rimasta senza risposte. Senza entrare nel merito di un’operazione saltata per valutazioni economiche differenti, il Genoa da allora ha scelto la via del silenzio.

Preziosi resta e rilancia

Ci si è attaccati alla speranza di assistere ad un improvviso cambio ai vertici, invece il presidente Preziosi è rimasto saldo al timone di comando. D’altra parte l’imprenditore irpino è stato in grado di dribblare i momenti difficili vissuti dalle aziende di famiglie e adesso con maggiore serenità può godersi le sue creature. Il Genoa è una di queste e i progetti in cantiere danno la sensazione di una proprietà orientata a tornare protagonista più che ad individuare nuovi acquirenti per il club. Di cessione non se ne parla nemmeno più, si rilancia invece l’improbabile obiettivo Europa League che il club rossoblu raramente è riuscito a centrare nel corso della sua storia.

Obiettivo europeo nel futuro

“L’importante è arrivarci in maniera graduale – ha detto il dg Perinetti in una intervista rilasciata a Telenord – passa tutto da un lavoro, non solo ricercando e trovando nuovi giocatori. Il discorso è anche tecnico, ma non solo”. Il presente intanto parla di una salvezza ancora tutta conquistare, meglio non dare per scontato nulla perchè il campionato è ancora lungo. Ben che vada il Genoa potrà chiudere la stagione vicino alla metà classifica, non poi così lontano dagli obiettivi prefissi, peggio invece sarebbe restare impelagati fino alla fine nei bassifondi.

Se l’unica soluzione fosse la cessione del Genoa

Il problema di base non è comunque questo. I genoani si accontenterebbero di una società pronta a spendere qualcosa per loro. Le ultime sessioni di calciomercato sono state da 5 in pagella, dunque la proprietà dovrà dimostrare concretamente le suo ritrovate ambizioni. Anche perchè la credibilità si è persa nel corso degli anni, servirebbe chiarezza. Quella che i tifosi avevano chiesto tempo fa. Se il Genoa non è più in vendita occorrerebbe saperlo. I ventimila del Ferraris meritano rispetto, ma anche qualche ambizione in più. Le stesse che sono state stroncate con le promesse disattese, le stagioni al ribasso e con la mancata licenza Uefa che brucia ancora oggi.

Il rischio paventato anche da alcuni tifosi è di stroncare la passione di un popolo che con le sole sue forze sta tentando di trasmettere la genoanità alle generazioni future. Il solo Prandelli non può bastare per imprimere fiducia e guardare al futuro con ottimismo. L’unica via è riconoscere la fine di un lungo ciclo e lasciare lo scettro a chi ha le credenziali per farlo. Anche qui sarebbe apprezzabile una certa trasparenza.

 

Sei Genoano e sei in cerca di visibilità per la tua azienda?

Ti piacerebbe avere uno spazio esclusivo su lavocerossoblu.com per mostrare a migliaia di Genoani il tuo negozio o la tua attività?

Stiamo selezionando nuovi partner.

Per informazioni o per avanzare la tua candidatura scrivere in posta.

Ti risponderemo quanto prima.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia. Attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. E' co-fondatore di Very Social, brand di servizi specializzato in Social Media Marketing.