Il Genoa non smobilita, anzi, rilancia. Cosa filtra dai corridoi del mercato

Il Genoa non smobilita, anzi, rilancia. Cosa filtra dai corridoi del mercato

Il Genoa è diventato una botte cara: pur rimanendo un club apertissimo al dialogo, non fa sconti e aspetta l’offerta giusta per vendere i suoi gioielli, senza farsi prendere dalla frenesia.

È un po’ questo il sunto che arriva dai corridoi del mercato, dove addetti ai lavori, procuratori, agenti e informatori sono operativi ventiquattro ore al giorno. In questo senso fanno sorridere le tante voci che circolano attorno al Grifone, rispetto alla reale operatività della società, che cerca soluzioni mirate. Oltretutto, coi paletti del mercato, non può fare diversamente ed è chiaro che eventuali innesti ruotino attorno a delle uscite.

Ceduto Martinez, il Genoa cerca un sostituto. Le ultimissime riportano a piste straniere, mentre Terraciano (siamo stati i primi a citarlo) appare un po’ in discesa e non è nemmeno escluso che rimanga a Firenze. Sul fronte uscite non c’è da preoccuparsi, almeno per il momento (e ribadisco per il momento), per Albert. Il folletto ha qualcosa dall’Inghilterra e anche dall’Arabia, ma lui vorrebbe rimanere in Italia e al Genoa sta benissimo. Nessun riscontro sulla Fiorentina, che già a gennaio aveva provato a raggiungere le valutazioni del Grifone senza riuscirci. Potenzialmente c’è solo l’Inter, ma servono trenta-trentacinque milioni di euro e da qui il Genoa non si smuove. Gud, ci dicono, piace tantissimo a Inzaghi, che ritiene possa essere utilissimo per il suo calcio, ma finché mancheranno le risorse, mancheranno i presupposti per trattare.
Insomma, il Genoa non intende smobilitare; anzi, con le sue valutazioni scoraggia quei club che vorrebbero i suoi gioielli. Ad oggi la situazione è questa.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Genoano dal 1990. Scrive e collabora con alcune delle più importanti testate giornalistiche italiane, tv e radio. Alla guida de lavocerossoblu.com dal 2018. Cinico e disilluso, eppure sogna ancora la stella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *