Crea sito

Izzo ha scelto la sua prossima squadra, davanti sono cambiati gli obiettivi?

Izzo ha scelto la sua prossima squadra, davanti sono cambiati gli obiettivi?
mister Ballardini

Ieri Armando Izzo e il Torino hanno raggiunto l’accordo per il trasferimento, con l’ok del Genoa che riceverà circa dieci milioni di euro (bonus compresi). In serata c’è stato un tentativo di reinserimento da parte del Sassuolo ma il giocatore ormai ha dato la sua parola a Walter Mazzarri e non sembra intenzionato a cambiare idea. Per il Genoa non ci sono problemi, Izzo può scegliere liberamente in quale squadra trasferirsi. Dopo Izzo si penserà a monetizzare adeguatamente anche Diego Laxalt, ma intanto sono ricominciati i contatti col Cittadella per Kouamè. Perinetti e Preziosi sono alla ricerca di un attaccante giovane da integrare in organico e il classe 1997 dei veneti è un profilo seguito dallo scorso gennaio. Ovviamente non è l’unico e non ha nulla a che vedere con la permanenza di Lapadula. Il futuro di quest’ultimo dipenderà dalle opportunità che si presenteranno nel corso del mercato, ufficialmente per il Genoa resta e non potrebbe essere altrimenti. Sfiduciarlo adesso significherebbe abbassare ancora un valore di mercato ridotto all’osso. Per quanto riguarda gli esterni la società ha stoppato temporaneamente l’affare Radonjic. Il serbo costa tra i 4 e i 5 milioni di euro ma si era pensato a lui in ottica di consegnare a Ballardini un altro esterno. Viste le difficoltà si valutano tutte le alternative e un ritorno alle origini per il modulo. C’è anche il profilo di Ciciretti, oltre a quello di Kouame, a rappresentare un possibile cambio di rotta nelle trattative per l’attacco.

Su La Voce Rossoblu sono partite le nomination per il miglior centrocampista centrale da schierare a sinistra nel centrocampo a 5. Scatenatevi coi vostri nomi. Come sempre i primi due nomi accederanno alla finale.

 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Curatore del sito lavocerossoblu.com, collabora (o ha collaborato) con Il Giornale.it, Il Sussidiario.net e Blasting News IT. Co-fondatore della web agency Very Social.