Joe DaGrosa, chi è il possibile acquirente del Genoa: “Non cerco top club ma grandi opportunità”

Joe DaGrosa, chi è il possibile acquirente del Genoa: “Non cerco top club ma grandi opportunità”

Chi è Joseph DaGrosa?

Spunta anche il nome di Joe DaGrosa tra i possibili acquirenti del Genoa CFC. La pista rilanciata questa mattina dai principali quotidiani locali porta direttamente a Miami, dove l’investitore americano vive con la sua famiglia. Co fondatore di MapleWood Partners, 1848 Capital Partners e General American Capital Partners, Joe Da Grosa sogna l’approdo nel calcio italiano, dopo aver provato ad acquistare la Roma da Pallotta, senza successo.

Joe Da Grosa, l’esperienza non esaltante al Bordeaux

Nel 2018 ha rilevato il Bordeaux per una cifra vicina ai 75 milioni di euro, un investimento corposo ulteriormente rimpinguato che però non ha portato il club francese oltre una salvezza tranquilla. Il mancato salto di qualità ha quindi spinto DaGrosa a cedere le sue quote a King Street, per poi tuffarsi senza esito sul Newcastle “un club fantastico che rappresenta perfettamente il profilo del club che vorremmo acquistare. Non cerchiamo un top club ma società interessanti”.

Ciò che intriga Joe DaGrosa, da un punto di vista prettamente imprenditoriale, sono le opportunità portate dalla crisi economica e dal calcio post-coronavirus: “Dal nostro punto di vista è un’opportunità per acquistare i club con uno sconto. Probabilmente c’è un’opportunità ancora più grande per ottenere alcuni grandi giocatori a prezzi più bassi del solito”.

I piani di Joe DaGrosa per il calcio

Ma il sogno più grande attribuito a Joe DaGrosa, è quello di creare un network di squadre di calcio in grado di cooperare e raggiungere dei risultati significativi in termini sportivi ed economici. In una recente intervista, l’ex patron del Bordeaux aveva spiegato i suoi piani a breve termine: “Avere entro un anno una società, più un club satellite e tre accademie. Poi entro altri 12 mesi la ‘fase 2’, con altri 4 club satelliti e 6 accademie”. In Francia, tuttavia, non ha lasciato ottimi ricordi, i tifosi del Bordeaux si sono sentiti traditi dalle sue promesse e anche la stampa non è stata benevola nei suoi confronti, accusandolo di aver portato gli ingaggi dei calciatori a livelli folli. A parlare di “stipendi esagerati” il giornalista Crochet, rimasto molto deluso dall’operato al Bordeaux di DaGrosa.

Adesso l’investitore americano starebbe puntando il Genoa, un’operazione che prosegue in silenzio e che la General American Capital Partners vuole portare in porto. L’eccessivo ottimismo sulla buona riuscita della trattativa va quantomeno ridimensionato, le parti infatti si rivedranno i primi di settembre per valutare a bocce ferme la situazione.

Il mercato in corso, per stessa ammissione degli addetti ai lavori, non è di certo il periodo ideale per trattare. E prima di entrare nel vivo dell’operazione occorrerà comunque capire quanto DaGrosa metterà eventualmente sul piatto di Preziosi e se domanda e offerta coincideranno. D’Altronde Preziosi ha già ritenuto ridicole diverse proposte giunte a Villa Rostan in passato, mentre l’investitore americano è in cerca di club in saldo. Il Genoa sarà la soluzione giusta?

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia. Attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. E' co-fondatore di Very Social, brand di servizi specializzato in Social Media Marketing.