Malinovskyi c’è e non sarà l’ultimo colpo del Genoa

Malinovskyi c’è e non sarà l’ultimo colpo del Genoa

Con il colpo Malinovsky il Genoa ha conquistato la copertina di diversi giornali nazionali, come non accadeva da tempo.

E’ vero, anche l’operazione Retegui aveva entusiasmato il mondo mediatico, ma in questo caso il grifone ha fatto qualcosa in più, aggiudicandosi un attaccante già affermato in Europa e indiscutibilmente di prima fascia.

Mancano ancora alcuni dettagli per l’annuncio, visite mediche in primis, ma gli accordi sono ormai totali, sia tra i club sia con il calciatore.

Il Genoa può arrivare ad investire una cifra vicina ai 12-13 milioni per Malinovsky che, ricordiamo, arriverà in prestito, con la possibilità di essere riscattato a fine stagione.

Difficile pensare che possano esserci colpi di scena, specialmente perché il Genoa si è costruito una via preferenziale rispetto a Torino, Bologna, Monza e Besiktas.

E il mercato potrebbe regalare altre sorprese, come ha annunciato orgoglioso Blazquez ai microfoni de Il Secolo XIX. “Vogliamo fare molto bene e ci sentiamo pronti. Rispetto al 2021 siamo di sicuro più preparati ad affrontare la Serie A. E il mercato non è chiuso”, ha sottolineato l’ad spagnolo.

Di conseguenza torniamo sui nomi caldi delle ultime settimane, con il Genoa che non molla la pista Zanoli e che potrebbe affondare il colpo per Miguel Crespo del Fenerbahce.

Attenzione anche a Kouamè, idea che potrebbe tornare di moda in caso di qualche uscita in attacco.

Chissà se in questo senso non potrà dare una mano l’ex ds di Torino e Roma, Petrachi, secondo i ben informati ad un passo dal ricoprire il medesimo incarico al Genoa.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Genoano dal 1990. Scrive e collabora con alcune delle più importanti testate giornalistiche italiane, tv e radio. Alla guida de lavocerossoblu.com dal 2018. Cinico e disilluso, eppure sogna ancora la stella.