Maran ai saluti, Balla sogna la Nord piena. E sugli acquisti: “Serve gamba e qualità”

Maran ai saluti, Balla sogna la Nord piena. E sugli acquisti: “Serve gamba e qualità”

Una buona notizia in casa Genoa. Rolando Maran ha trovato casa o meglio una panchina. Quella rimasta vacante dopo l’addio di Italiano allo Spezia e che ora può diventare la sua prossima destinazione. Il Genoa aspetta che Maran e gli aquilotti raggiungano le loro intese e naturalmente ha tutto l’interesse che l’operazione vada in porto per liberarsi di un ingaggio non indifferente (850.000 euro a stagione). Ricordiamo infatti che Rolando Maran è ancora a libro paga del Genoa e i rossoblu hanno come obiettivo la riduzione di tutti gli stipendi. Buone possibilità di sciogliere gli impegni contrattuali anche con il ds Daniele Faggiano, in stretto contatto con la Sampdoria, soprattutto dopo il probabilissimo approdo di D’Aversa sulla panchina blucerchiata.

Il Genoa dunque attende fiducioso. E non si strappa i capelli per aver appena perso Strootman nel duello di mercato con il Cagliari. Il Grifone in realtà sembra aver allentato la presa quando è arrivato il momento di sferrare l’affondo decisivo, lasciando la strada spianata agli isolani. Alla fine le cifre dell’operazione, seppur ribassate, sono state ritenute eccessive. Chissà cosa ne penserà Ballardini che aveva chiesto fortemente la sua conferma, ma che almeno pubblicamente non sembra fare drammi. Certo, ora si aspetta dei rinforzi adeguati. Anche se siamo nel contesto di un mercato difficile, più degli altri anni, con la crisi economica che ha bloccato un po’ tutto il mondo del calcio, oltre alle ristrettezze con cui il Genoa deve fare i conti.

In questo scenario nebuoloso, il mister sembra avere comunque le idee chiare. E in un’intervista a Il Secolo XIX ha dato qualche indicazione sulla squadra che verrà: “Ripartiremo dal 3-4-2-1 ma pensiamo anche alla difesa a quattro”, ha detto. Per aggiungere poi che “il Genoa ha bisogno di elementi di qualità e con gamba”. In ritiro il mister ritroverà tra gli altri Bani, Jagiello, Sturaro, Agudelo e Favilli: “Li valuteremo in Austria durante il ritiro”, conferma il ravennate. Che si dice incuriosito da Agudelo, reduce dall’esperienza allo Spezia. Sul ritorno dei tifosi allo stadio il tecnico è entusiasta: “Non vedo l’ora di rivedere la Nord piena. I tifosi ci sono mancati tanto”. 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia. Attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. E' co-fondatore di Very Social, brand di servizi specializzato in Social Media Marketing.