Crea sito

Piatek, i motivi dello stop. Al Genoa proposti giocatori a pioggia, Preziosi ne tenta uno gradito a Ballardini

Piatek, i motivi dello stop. Al Genoa proposti giocatori a pioggia, Preziosi ne tenta uno gradito a Ballardini

Il ritorno del pistolero Piatek al Genoa è un sogno da mettere nel cassetto. Almeno per il momento. Mentre scriviamo risulta alquanto complicato un suo ritorno imminente in rossoblu. Diversamente sarebbe una graditissima sorpresa. L’Herta Berlino, squadra proprietaria del cartellino del polacco, vorrebbe rientrare dell’investimento fatto lo scorso anno e il Genoa, come gran parte delle società di Serie A, non è di certo il club ideale con cui trattare. Per il semplice motivo che non può esporsi da un punto di vista economico. Questo non significa che Piatek sfumi definitivamente, la trattativa potrebbe riaccendersi nel corso delle prossime settimane, quando l’Herta potrebbe prendere in considerazione soluzioni diverse.

Intanto al Genoa vengono proposti e accostati diversi giocatori. In queste ore è stato fatto il nome di Asamoah, ex Inter fermo dallo scorso ottobre dopo la risoluzione coi nerazzurri. Ma le attenzioni del Genoa e di Preziosi sono soprattutto su Benatia per la difesa. Non manca la concorrenza per il centrale marocchino dell’Al-Duhail, il quale inizialmente aveva preso tempo. Lo stesso tempo che ha preso Lasse Schone per valutare la piazza giusta da cui ripartire. Oltre al Monza c’è il Torino alla finestra per il centrocampista danese. Tornando ai rinforzi, il Genoa non molla la presa per Duncan della Fiorentina: la società proverà a metterlo a disposizione di Ballardini, garantendogli la continuità che fin qui non ha trovato a Firenze.

Fatta dai Genoani. Per i Genoani.

Regalati una delle nostre felpe.

Scegli la tua preferita qui.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Cura il sito lavocerossoblu.com, collabora/ha collaborato con ilsussidiario.net, ilgiornale.it e blastingnews italia. Co-fondatore di Very Social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.