Reggina Genoa 2-1, gol e highlights: vietato sbagliare ancora, con o senza Blessin

Reggina Genoa 2-1, gol e highlights: vietato sbagliare ancora, con o senza Blessin

Il peggior Genoa di sempre inciampa a Reggio Calabria

Si salva solo Kevin Strootman nel torpore di Reggio Calabria. La Reggina di Inzaghi vince 2-1 e non demerita, a prescindere da qualsiasi discorso sulla direzione arbitrale che di certo non si è coperta di gloria.

Basti pensare al primo rigore concesso ai calabresi, abbastanza folle. Così come la doppia ammonizione a Sabelli e Bani. Un caos totale, preceduto dal gol della Reggina al quindicesimo con un Canotto indemoniato e dal pareggio di Aramu sul traversone di Sabelli.

Fino a quel momento era stata una partita equilibrata e combattuta, coi padroni di casa sicuramente più vibranti e in palla, con accelerazioni continue e un buon pressing.

Ben presto il Genoa di Blessin, dà la sensazione di non essere nella sua serata migliore e infatti a centrocampo Strootman predica nel deserto.

Il mediano olandese conquista e muove palla, ma attorno a lui regna la prevedibilità e la staticità della squadra. Ma i limiti di questo Genoa non sono solo questi e sono da attribuire, forse, ad un approccio tattico monocorde. Le idee sono poche e non sempre funzionano.

Dunque dicevamo del rigore concesso generosamente alla Reggina e della bella parata di Semper su Menez. Il Genoa regge ma nella ripresa stacca la spina e dopo un’altra ripartenza micidiale della Reggina e un altro rigore ai locali, dopo l’intervento di Czyborra col braccio, arriva il sorpasso. Questa volta è l’ex Hernani a segnare. 2-1.

Le mosse di Blessin non funzionano

Blessin opta per i cambi e allora dentro Portanova e Yalcin per Jagiello e Gudmundsson. A otto dalla fine spazio anche per Yeboah, sempre confusionario e mai in partita. Il Genoa attacca con lanci lunghi prevedibili e poco pericolosi.

Finisce senza veri e propri sussulti. Blessin, così, incassa la seconda sconfitta della stagione e lascia spazio agli amaranto al secondo posto in classifica ora condiviso.

Si può fare meglio o peggio in panchina, i giudizi troppo netti però lasciano il tempo che trovano. Ma resta il problema alla base che questa non è una corazzata ammazza campionato. Per evitare la lotteria dei playoff, di certo, servirà qualcosa in più da parte di tutti. Allenatore compreso.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLTIGHTS E I GOL DELLA PARTITA REGGINA GENOA

 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.