Spors tira dritto e punta giovani affamati per rilanciare il Genoa

Spors tira dritto e punta giovani affamati per rilanciare il Genoa

Per il general manager Spors quello attuale resta – almeno in parte – un organico su cui costruire la squadra che dovrà vincere il prossimo campionato di Serie B.

L’ex Vitesse tira dritto con la sua strategia e punta giovani di prospettiva per rilanciare il Grifone.

Ecco perché elementi di vecchia data, come capitan Criscito, rischiano di non trovare spazio nel nuovo Genoa.

Un’eccezione però potrebbe essere fatta per Sturaro e Badelj, che per temperamento e attaccamento alla maglia godono della fiducia della proprietà.

Verso una conferma anche il giovane Yeboah, acquisto economicamente importante e dalle prospettive interessanti ma con zero gol all’attivo nell’ultima stagione.

Scontati invece gli addii di Vanheusden, Amiri, Piccoli e Calafiori che ritorneranno nelle rispettive squadre di appartenenza.

Per il reparto offensivo del Genoa si profila invece il ritorno di Giuseppe Caso, reduce da un campionato da protagonista con il Cosenza.

L’algoritmo di Spors, nel frattempo, si scalda e tiene sotto la lente di ingrandimento una serie di elementi di prospettiva che potrebbero fare al caso del Grifone in cadetteria.

Spors, la strategia non cambia: giovani affamati e di prospettiva per il Grifone

Il Genoa non può sbagliare nulla in questo senso, dovrà fare un campionato da protagonista. E per restare in B solo un anno dovrà portare a compimento una campagna rafforzamento importante.

Ecco perché nel contesto di un mercato orientato ai giovani occorrerà capire fin dove spingersi.

Nella lista della spesa di Spors ci sono senza dubbio elementi dal futuro interessante, ma con il budget a disposizione si dovrà badare alla sostanza e non scivolare nell’equivoco di dover pazientare e aspettare troppo a lungo giocatori sconosciuti al campionato italiano.

Giusto quindi che si dica apertamente di voler puntare alla Serie A subito, sacrosanti i dubbi di alcuni tifosi circa l’idea di voler ricalcare le orme del mercato di gennaio, lo stesso che non ha permesso al Genoa di svoltare.

Ripetere lo stesso errore in B sarebbe imperdonabile, ma la speranza è che si sia fatto davvero tesoro degli errori commessi quest’anno.

In tal caso le chances di ripartire alla grande ci sarebbero tutte, facendo leva su un ambiente compatto ed innamorato del Genoa più che mai. Non si sottovaluti questo mese di ricostruzione, sarà decisivo per il rilancio del Grifone. 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.