777 pensa a uomini forti per salvare il Genoa

777 pensa a uomini forti per salvare il Genoa

Altro giro, altra sconfitta. Contro il Milan il Genoa rimedia un ko annunciato, forse più duro del previsto, e resta nei bassifondi della classifica in piena zona retrocessione. L’andamento lento di Shevchenko dimostra che con questo materiale tecnico non si possono fare miracoli e che le colpe, evidentemente, non erano solo di chi lo ha preceduto.

Quindi anche il nuovo mister ha fatto capire che sarà fondamentale il mercato ed è apparso rincuorato quando ha spiegato che “la società sta già lavorando su quello”.

Ovvio che nel frattempo il Genoa dovrà cercare di non perdere troppo terreno dal quartultimo posto o comunque sperare che le dirette concorrenti non inizino ad accelerare proprio ora.

Si prospetta una stagione difficilissima, più di quanto ci si potesse immaginare, anche se da queste parti, sul nostro sito e sulla pagina, siamo stati tra i pochi a ridimensionare in tempi non sospetti un mercato estivo accolto con squilli di tromba ed eccessiva enfasi.

In ogni caso adesso occorre guardare avanti. Lo sta facendo la società che vuole regalarsi un direttore sportivo di rilievo.

Fino a qualche giorno fa il favorito numero uno era Sabatini, ma i rallentamenti delle ultime ore invitano alla cautela. 

Di certo l’entourage mercato rossoblu è al lavoro, con alcune piste già tracciate da chi siederà sulla poltrona di ds ed una lista di giocatori e idee già definite. 

Genoa al lavoro sul mercato

Quel che appare chiaro è che 777 Partners sta pensando a uomini forti per salvare il Genoa. Uomini forti, dentro e fuori dal campo.

Sabatini aspetta un via libera che non è detto arrivi, mentre i nomi dei possibili rinforzi cominciano a circolare con insistenza. 

Dal terzino Andrea Conti a Andriy Yarmolenko, passando per Samu Castillejo e l’idea Pietro Pellegri.

Tutte opzioni da monitorare, partendo dal presupposto che molti degli attuali giocatori saranno sistemati altrove.

Ci sarà una rivoluzione, molto probabilmente. E c’è chi assicura un Caicedo con le valigie pronte, ma anche chi pone attenzione sulle sirene estere per Criscito e Destro, due elementi a cui sarebbe meglio non rinunciare. Almeno fino a giugno.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.