‘Cosa ha fatto il Genoa’ è il romanticismo perduto nel calcio moderno

‘Cosa ha fatto il Genoa’ è il romanticismo perduto nel calcio moderno

Pensieri e riflessioni dopo aver letto ‘Cosa ha fatto il Genoa? Gli anni di MartinaRomanoTestoni’ dell’amico Diego Pistacchi.

di Jacopo D’Antuono – Uno come Diego doveva giusto firmare un libro come questo. Pulito, ironico e romantico. ‘Cosa ha fatto il Genoa?’ è un viaggio negli anni di Martina, Romano e Testoni, ovvero la squadra che a detta dell’editore Fabrizio Calzia ha fatto sognare una generazione intera. Una squadra che a Diego Pistacchi è rimasta nel cuore, la racconta e la fa raccontare tramandando quel romanticismo che oggi sembra essersi perso nelle vie del calcio moderno. Non si parla solo di Genoa, ma di genoanità. Attraverso aneddoti e testimonianze che fanno respirare un’aria sconosciuta per quelli, come me, degli anni 90. Sventato l’insopportabile rischio di idolatrare a priori il passato per amore del passato. La generazione di Diego ha evidentemente un legame proprio con quel Genoa. Un legame tutto sommato giustificato, padre di quei sentimenti capaci di contagiare migliaia di futuri genoani. Sono anche gli anni di Peters, Francisco Chagas Eloi e soprattutto di Fossati presidente. Un presidente che sul punto di morte non fece altro che chiedere: che cosa ha fatto il Genoa?


 

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista dell'informazione e della comunicazione online. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia; attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. Consulente e docente di Digital Marketing.