Ballardini e il Genoa ancora insieme, ma sarà un mercato complicatissimo

Ballardini e il Genoa ancora insieme. Non dovrebbero esserci sorprese su questo. Il famoso incontro tra allenatore e presidente non c’è mai stato e probabilmente non ci sarà mai. Quindi avanti insieme quasi per inerzia, con il rinnovo contrattuale scattato a salvezza ottenuta. Ballardini adesso si gode le ferie, ma aspetta delle risposte dalla società. Non tanto una presa di posizione sulla sua conferma, quanto idee e programmi chiari in sede di mercato. Con gli addii di Perin, Strootman e Zappacosta il Genoa si riscopre molto più debole dell’anno precedente e senza rinforzi adeguati rischia di presentarsi ai nastri di partenza in emergenza.

Problemi per Messias

Quello che il Grifone si appresta ad affrontare è un mercato complicatissimo. Anche se gli uomini di Preziosi sono già operativi da tempo, con alcuni obiettivi individuati e corteggiati. Manca l’affondo decisivo, la cosa più importante. Con Messias, ad esempio, gli ostacoli si sono moltiplicati nelle ultime quarantotto ore. Fiorentina e Torino hanno aumentato il pressing per il trequartista del Crotone e il giocatore giustamente vuole continuare ad aspettare. Che non avesse particolare fretta di scegliere lo avevamo scritto recentemente, quando altri invece davano già per fatta l’operazione. Vedremo cosa accadrà. Intanto il Crotone, in buoni rapporti col Genoa, ha rimesso sul piatto Simy. Giunge voce che l’attaccante prediligerebbe una soluzione all’estero e in Premier ci sarebbero almeno due club pronti ad accoglierlo. Il Genoa gradisce il centravanti nigeriano, lo ha voluto prima di altri, ma non alle condizioni attuali. Il prezzo è praticamente raddoppiato rispetto ai primi approcci e questo non è un dettaglio insignificante.

Nodo prestiti

Il mercato rossoblu sarà difficilissimo perché affrontato con risorse limitate. Si profila una sessione più complicata del solito, si spera almeno in sinergia con l’allenatore. Su questo punto Ballardini non transige. Punta ad un coinvolgimento nella costruzione della nuova squadra e se da una parte è conscio che non sarà possibile riavere Zappacosta, dall’altra si aspetta almeno un tentativo da parte della società per Perin e Strootman. Marroccu è già al lavoro in questo senso, ma per quanto riguarda l’olandese dovrà aspettare il Marsiglia. In soldoni: solo se i francesi non troveranno di meglio si accontenteranno di liberarsi dell’ingaggio faraonico del centrocampista, di fatto regalandolo al Genoa. Ma il mercato è lunghissimo e giustamente sperano di piazzarlo ad un miglior offerente.

Sabelli in arrivo

Il Grifone così tiene aperte le sue porte a Juray Kucka e continua a seguire Sandi Lovric del Lugano e l’attaccante esterno Kristijan Lovric dell’HNK Gorica. In arrivo a parametro zero Stefano Sabelli dall’Empoli e restano caldi i nomi del terzino sinistro polacco Reca e dell’attaccante Lammers, già chiesto a gennaio all’Atalanta. Atalanta che ritiene Perin erede ideale di Gollini nel caso in cui dovesse cedere il proprio portiere.

Il Genoa per il momento si tiene stretto Shomurodov, semplicemente perché cederlo ora potrebbe rivelarsi un affare poco proficuo. L’uzbeko inoltre gradirebbe cominciare la nuova stagione in rossoblu da protagonista.

Pubblicato da Jacopo D'Antuono

Professionista nel campo dell'informazione e della comunicazione. Ha collaborato con IlGiornale.it e Blasting News Italia. Attualmente scrive per IlSussidiario.net e cura il sito lavocerossoblu.com. E' co-fondatore di Very Social, brand di servizi specializzato in Social Media Marketing.